Press "Enter" to skip to content

Il DUP DA UN ALTRO PUNTO DI VISTA

Nell’ultimo Consiglio Comunale è stato approvato il Dup, Documento Unico di Programmazione. Quando si intraprende un viaggio, ci si munisce di una mappa dove si programma il percorso. Si intuisce come il DUP sia indispensabile perché rappresenta una fotografia del programma che si vuole realizzare. E’ l’indicazione della traiettoria che si vuole dare al paese. Una maggioranza che traccia la linea programmatica, non spiegando quello che immagina per i suoi cittadini è una maggioranza che non ha una prospettiva a lungo raggio.

Per capire i passaggi che contraddistinguono un ente locale bisogna fare una premessa sugli strumenti attraverso cui si esplica la gestione ed il controllo dello stesso si farà diretto riferimento, in questa sede, ai documenti di programmazione del Comune di Montorio al Vomano.

Quindi a fini informativi si presenta questo scritto che tratta del documento unico di programmazione ( o anche DUP ) documento ritenuto fondamentale dal punto di vista politico al fine di chiarire in maniera semplice il ruolo che tale strumento occupa nella programmazione dell’ente e del ruolo che maggioranza ed opposizione hanno nella sua discussione e approvazione nonché sui principali punti critici da approfondire per effettuare una corretta analisi, una presentazione ed una successiva discussione in Giunta e Consiglio .

Si premette che necessariamente si dovrà essere sintetici e si tenterà di semplificare il linguaggio in modo da renderlo accessibile anche ai non addetti ai lavori e indicare i concetti fondamentali in particolare in riferimento al Comune di Montorio al Vomano che compila un DUP ordinario avendo una popolazione superiore a 5000 abitanti rimandando eventuale approfondimenti nel futuro.

Le finalità di tale documento

Tale documento si compone di due parti:

A) Sezione Strategica che sviluppa il programma per l’intero quinquennio, cioè la durata di un mandato elettorale, attraverso l’analisi delle condizioni esterne all’ente come ad esempio lo scenario economico nazionale o valutazione socio-economica del territorio e l’analisi delle condizioni interne cioè l’approfondimento descrittivo di tutti gli aspetti interni generali tra cui organizzazione e gestione dei servizi, indirizzi di medio lungo-periodo e loro sostenibilità, disponibilità di personale , rispetto dei vincoli europei;

B) Sezione Operativa che sviluppa un arco temporale di 1-3 anni pari al bilancio di previsione e costituisce supporto e collegamento tra la Sezione Strategica e il Bilancio di Previsione, componendosi, da una parte descrittiva sulle motivazioni alla base della programmazione del triennio sia dell’ente che delle partecipate e collegate e nell’altra la programmazione di dettaglio sempre nel triennio delle opere pubbliche, fabbisogno di personale e valorizzazione o cessione del patrimonio.

Si capirà come il DUP rivesta un ruolo strategico fondamentale in quanto ci informa sulla situazione italiana, di quella del Comune di Montorio e le risorse in generale a disposizione fornendoci un quadro della situazione sociale, economica e congiunturale nazionale e del nostro territorio, ma anche delle risorse di cui disponiamo all’interno dell’ente e soprattutto della situazione economica finanziaria e patrimoniale nonché demografica dell’ente in particolare, e questo dovrebbe essere al centro della discussione sia in Giunta che in Consiglio Comunale, dei progetti e dei programmi descritti e quantificati sia nella parte strategica sia nella parte operativa .

Si spiegherà come a nostro avviso quando manca il contributo dell’organo di indirizzo politico – amministrativo cioè Giunta Comunale e Consiglio Comunale e l’Opposizione non è organizzata nel evidenziare determinate lacune, lo strumento venga redatto dal Responsabile del Servizio Finanziario che si limita ad inserire i dati senza, giustamente aggiungo perché non è sua responsabilità farlo, non descrive gli obiettivi, le finalità, le risorse di personale impiegate nella realizzazione dei progetti ne un crono-programma che aiutino a capire tempi e metodi degli assets perpetrati nell’arco del mandato.

Il responsabile del servizio finanziario si limita alla redazione di un documento minimo senza prospettiva che risponda a requisiti tecnici minimi ma che dal punto di vista strategico e soprattutto informativo non contiene nulla.

In questo documento viene descritto un arco temporale che va da 1 fino a cinque anni analizzati da tutti i punti di vista, non vengono snocciolati solo freddi numeri come nel bilancio di previsione, il documento è composto da una parte descrittiva che analizza, illustra e spiega gli aspetti e la traiettoria fino a fine mandato.

E’ la base che esprime cosa un’amministrazione vuole fare e che apre la discussione sui diversi modi di vedere il futuro di una comunità aprendo il fianco ad un analisi di opportunità dal punto di vista programmatico e progettuale complessiva su tutta la programmazione universalmente intesa, anche per l’opposizione.

Se non se ne parla in questa sede e in sede di approvazione del bilancio di previsione non immagino in quale altra occasione se ne possa discutere. Il DUP, dal punto di vista politico, rappresenta lo strumento principale dove trovano espressione le linee di mandato dal generale fino al dettaglio.

In base a questi dati dovremmo aprire una discussione di opportunità sui singoli programmi e sulla sostenibilità complessiva degli stessi in base alle priorità indicate dalla maggioranza, dalla opportunità di perseguire certi programmi e determinati obiettivi anche in ragione del quadro generale territoriale al momento della redazione del documento e futuro del territorio.

Faccio degli esempi pratici in riferimento al Comune di Montorio:

elenco sinteticamente alcune caratteristiche traslate dal DUP 2019-2021 di recente approvazione:

Situazione esterna ed interna

a) Decrescita demografica costante dal 2013 ad oggi dove il 70% ha più di 30 anni addirittura il 22% ha più di 65 anni nonostante i cittadini di origine straniera insediati nel nostro territorio;

b) Struttura economica composta di aziende di piccola dimensione spesso a struttura famigliare e operanti soprattutto nell’industria e nell’artigianato che costituiscono i principali ricettori di lavoro dipendente;

c) Situazione Macroeconomica nazionale che evidenzia una timida ripresa dei principali indicatori pil , produzione industriale, dipendenti anche con contratto a tempo determinato. Precisando che manca un riferimento a livello regionale che avrebbe potuto confortare maggiormente l’analisi e arricchirla di significatività;

d) Situazione descritta nel servizi e struttura esprimono valori costanti nel periodo 2017-2021 e non si prevede nel quinquennio alcun potenziamento se non il decremento dei quintali della raccolta differenziata tanto da far trasparire un ulteriore decremento demografico;

e) Si esplicita l’elenco delle partecipate segnalando che non viene riportata la Farmacia Comunale srl in quanto ne è prevista l’alienazione così come quella della Società Consortile Gran Sasso Laga che della Società Consortile Leader Teramano Srl;

f) Osservando i valori di bilancio aggregati si nota un aumento dell’impegno in spese in conto capitale nei prossimi tre anni e di un aumento delle somme per il rimborso dei prestiti, in ogni caso nei limiti della percentuale di indebitamento del 10% così come un incremento della spesa corrente;

g) Si prevede un incremento delle entrate tributarie in parziale contrasto sia con l’andamento demografico e considerando che il Comune di Montorio al Vomano non prevede un aumento del prelievo stesso;

h) Da tempo il personale presente per complessive 41 unità è sotto piana organica la quale prevede 64 unità ;

Mancano nel documento un’analisi di parametri utili a definire la salute economica, finanziaria e patrimoniale dell’ente che a mio giudizio rappresentano lo stato di salute su cui giudicare, motivando opportunamente la fattibilità dei progetti (ad esempio indice di Autonomia finanziaria, Pressione tributaria pro-capite, indici di grado di rigidità di bilancio e strutturale e così via) così come manca la politica tributaria e tariffaria che verrà perpetrata dall’ente nei prossimi anni generando la carenza informativa di cui al punto g .

La descrizione, nella parte strategica DUP, della trasposizione sintetica degli obiettivi di mandato, dovrebbe far seguito alla descrizione di dettaglio nella parte operativa in modo, non solo di descrivere in dettaglio la motivazione delle scelte con le finalità da perseguire , gli organi preposti e l’impegno anche in risorse del personale da impiegare. Questo elemento descrittivo risulta assolutamente assente, nel documento si trovano solo poche righe che rimandano ad altri documenti e una disamina esclusivamente numerica senza alcun giustificativo programmatico soprattutto negli obiettivi.

Giudico questa carenza assolutamente pregiudizievole per le finalità del documento e per la successiva face di budgetting attraverso il bilancio di previsione in quanto non può dar luogo alla successiva discussione in merito alla programmazione trasposta dall’amministrazione. In poche parole, non si riesce a discutere nel merito dei singoli programmi e sui principi ispiratori collegati al programma di mandato in quanto non scritti .

Tali carenze dovevano essere evidenziate in sede di discussione in giunta, nelle commissioni consigliari di approfondimento ed infine nel consiglio comunale .

L’attività di maggioranza ed opposizione dovrebbero ragionare sui temi, ma prima di tutto dovrebbero far si che questi temi fossero evidenziati sui rispettivi documenti, partendo dalla situazione di salute dell’ente anch’essa carente in quanto mancante degli indicatori di bilancio.

Si invita quindi ad una maggiore attenzione da parte di tutti ai contenuti suddetti e si ribadisce che l’informazione è alla base di qualsiasi processo decisionale e in assenza viene a mancare l’oggetto in discussione se non parlare obbligatoriamente di singoli temi slegati dal contesto complessivo dell’ente.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *