Press "Enter" to skip to content

ARRIVA LA RACCOLTA “TRASPARENTE”

Sono passati due mesi dal nuovo servizio di raccolta porta a porta, da parte del Mo.te.
Qualche novitĂ  che, anche se non stravolgono la nostra vita, ci aiutano a gestire meglio i rifiuti.

Innanzitutto, è apprezzabile l’isola ecologica installata in Largo Tom Di Paolantonio.
Con un semplice gesto è possibile depositare carta, plastica, organico, secco e vetro. Basta essere contribuenti censiti nel nostro Comune e con la propria tessera sanitaria è possibile depositare 24 ore su 24 il rifiuto del porta a porta.

Un’altra importante novità, che sta facendo discutere, è l’obbligo di depositare il rifiuto indifferenziato nelle nuove buste trasparenti, tracciate da un codice, riconducibile al cittadino.

Presso l’ecosportello, vengono consegnate, oltre alle buste della plastica e dell’organico, anche le buste trasparenti per il conferimento del rifiuto secco. Le buste hanno un codice alfanumerico riconducibile al contribuente.

Alcuni cittadini hanno lamentato il fatto che venga violata la privacy. E’ possibile, tuttavia, inserire all’interno della busta trasparente una busta opaca che possa salvaguardare la nostra riservatezza.
Da apprezzare, sicuramente, la fine dell’era dei grandi bustoni neri lasciati davanti alle abitazioni. La differenziata va fatta da tutti e seriamente.
La novitĂ  della busta con il codice alfanumerico potrebbe essere un primo passo verso la tariffa puntuale, attraverso la pesatura del rifiuti. “In base a quanto si produce, si paga”. Una novitĂ  che potrebbe portare Montorio a percentuali maggiori e ad una conseguente riduzione della tassa. Attualmente paghiamo davvero troppo e il contratto sottoscritto con il Mo.te. non lascia speranza ad un risparmio sulla Tari.

Dopo qualche difficoltà iniziale per lo spazzamento stradale e il giro del “porta a porta”, i mezzi più piccoli hanno infatti riscontrato qualche difficoltà iniziale, la situazione sembra essere tornata alla normalità.

Da apprezzare le buste gratuite per i possessori di animali domestici. ServirĂ  a ridurre “i ricordini” sopra i marciapiedi? ChissĂ … probabilmente sarebbe bene anche intensificare i controlli

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *